PET THERAPY

Interventi Assistiti con gli Animali

Cosa sono gli interventi assistiti con animali (IAA)

Sono esperienze di interazioni positive che derivano dalla relazione uomo animale che generalmente vengono indicati con il termine Pet Terapy che qui per comodità useremo di seguito.

Si specifica che secondo le nuove linee guida nazionali recepite dalle Regioni gli IAA si suddividono in :

Terapie assistite con animali (TAA)

Educazione assistita con animali (EAA)

Attività assiste con animali (AAA)

La Zooantropologia

L'approccio zooantropologico alla pet therapy consiste nell'offrire un contributo concreto al benessere della persona attraverso attività di relazione con l'animale.

La zooantropologia è la disciplina che studia la relazione con l'animale e si pone come obbiettivi il migliorare l'incontro con l'animale, l'integrazione dell'animale nell'ambito sociale e familiare, rispettandone l'autenticità, e il coinvolgere l'animale nella relazione per ottenere effetti beneficiali sull'uomo.

La relazione con l'animale non dev'essere valutata sotto il profilo delle prestazioni ma per i contributi al cambiamento della persona che la relazione stessa mette a disposizione.

L'animale viene quindi considerato come alterità, ovvero come patner di relazione evitandone la strumentalizzazione nonché l'antropomorfizzazione.

La relazione con l'animale presenta delle importanti valenze di tipo educativo, stimolativo, di sostegno, di decentramento, di indirizzo, mettendo a disposizione dei contributi di arricchimento per favorire un percorso migliorativo e beneficiale della persona.

La Pet Therapy

Cos'e'

La pet therapy è una co-terapia, ossia un intervento di facilitazione e ausilio del e al processo terapeutico in corso.

I servizi di Pet Therapy consistono in specifiche attività di relazione con il pet volte ad aiutare la persona a realizzare un particolare processo di cambiamento e a raggiungere gli obbiettivi già prefissati dalla terapia in essere.

E' un servizio tarato sui bisogni dell'utente, teso a facilitare un percorso di cambiamento, realizzato attraverso attività di relazione con gli animali e finalizzato a rendere disponibili specifici contributi migliorativi per la persona.

I benefici

I benefici apportati dalle attività di relazione con gli animali sono:

- la promozione del benessere della persona, agendo sulle leve motivazionali, emozionali, cognitive e funzionali;

- l'integrazione sociale e affettiva della persona agendo sulle leve relazionali, comunicative e di autostima;

- la facilitazione dei processi riabilitativi, mitigando i carichi dei problemi in essere favorendo anche percorsi compensativi;

- la coaudiuvazione delle prassi terapeutiche, aumentandone efficacia e efficienza, diminuendo i tempi e i costi di medicalizzazione e di caring.

Come

La Pet Therapy è beneficiale solo se adeguata ai particolari bisogni che ogni paziente nella sua specificità presenta e quindi solo se mette a punto attività di relazione, dimensioni di relazione, coerenti e sinergiche con gli obbiettivi terapeutici vigenti.

Pertanto l'approccio zooantropologico si basa sulla prescrizione di specifiche attività di relazione, in altrettante specifiche dimensioni di relazione, che variano a seconda degli obbiettivi che lo specialista, il medico curante o la figura di riferimento ha predispostio per il proprio paziente, realizzate in modo conforme da un operatore che in seduta guida le attività di relazione necessarie per favorire il percorso migliorativo del paziente.

Tale prescrizione viene predisposta con la figura di riferimento che ha in carico il paziente da un team di progetto formato da un'equipe multiprofessionale, ad esempio psicologi educatori medici e eventuali altre professionalità, e da un team operativo formato in zooantropologia tra cui un arbitro della relazione e da una coppia pet patner certificata.

Tutti gli animali coinvolti sono monitorati in continuo sotto il profilo igienico - sanitario nonché certificati.

Progetto

Le fasi del progetto sono:

Valutazione Programmazione e Prescrizione

  • fase valutazione del o dei pazienti sotto il profilo delle capacità relazionali, vulnerabilità affettive, somatiche, cognitive e emozionali
  • valutazione delle caratteristiche fisiche situazionali e gestionali del luogo dove si svolgeranno le attivita'
  • definizione di obiettivi plausibili fra gli auspicabili ( non più di 3), in particolare: individuazione aree obbiettivo e aree di rischio, individuazione specifici referenziali e messa a punto delle dimensioni di relazione da attivare prescritte e di quelle proscritte

Pianificazione

  • definizione dell'operatività sia intrinseca che estrinseca e valutazione delle risorse disponibili (umane, animali, strumentali e economiche)
  • traduzione della prescrizione: individuazione dei tempi e dei dati quantitativi, strutturazione della filiera di pet relationship e definizione delle attività.

Monitoraggio

Prima durante e a conclusione del progetto, ovvero feedback o/e eventuali modifiche relativamente agli obiettivi o al progetto in corso.

Tutti gli incontri avranno la durata di un ora circa, saranno condotti da n. 2 operatori oltre al pet coinvolto nelle attivita'.

Durante tutta la durata del progetto agli incontri dovrà essere presente un referente responsabile dello stato psico-fisico del fruitore.